Visitare le Maldive senza spendere una fortuna

Maldive-mare

Maldive. Mille isole coralline che costellano l’Oceano Indiano, meta protagonista dei sogni di tutti i viaggiatori. Sì, perché è quasi un dovere morale visitare gli incredibili atolli di sabbia di un bianco quasi accecante che emergono dalle acque tra le più trasparenti al mondo almeno una volta nella vita, per sperimentare in prima persona di che spettacoli straordinari è capace la natura.

Ma come tutti i sogni, a volte le Maldive per alcuni sembrano irraggiungibili. Desiderio che quasi si teme a esternare, con il timore che – scontrandosi con la realtà – possa svanire, perché destinato solo alla nostra immaginazione.

Be’, non è così. Le Maldive rappresentano una destinazione che può essere vissuta in vari modi, a seconda del proprio stile di viaggio e del proprio portafoglio. Non esistono solo i voli in business class sorseggiando champagne, non esistono solo le soluzioni in palafitte a 5 stelle che emergono dal mare, non esistono solo le cene in riva al mare a base di aragosta servita su tovaglie di lino bianco. Basta allontanarsi per un momento dal classico binomio per cui Maldive uguale meta per pochi.

Visitare le Maldive senza spendere una follia si può, basta sapere come fare.

1. Prenota per tempo

Maldive-volo

La prima regola per visitare le Maldive spendendo il giusto è non aspettare l’ultimo minuto per prenotare il soggiorno. Sembra scontato, ma a volte – causa mancata conoscenza delle ferie o, semplicemente, poca organizzazione – si sceglie di partire quando ormai è troppo tardi. Se si vuole risparmiare, però, prenotare in anticipo è d’obbligo.

Un’altra accortezza da tenere presente è il periodo in cui partire: quando da noi è estate, alle Maldive è considerata bassa stagione e – sebbene il momento migliore per il clima sia durante la stagione secca (da metà dicembre ad aprile) – anche durante la stagione umida è possibile incontrare lunghi periodi soleggiati con temperature comunque elevate.

2. Spostati via mare

Bene, hai deciso di partire e, dopo nove ore di volo, sei finalmente arrivato all’aeroporto internazionale di Malé, la capitale. Ora non resta che raggiungere l’atollo che hai scelto per il tuo soggiorno.

Puoi optare per l’idrovolante (sicuramente la scelta più scenografica, ma anche la più costosa) o decidere di risparmiare preferendo il local ferry oppure – ancora meglio – le barche veloci, ottime per il loro rapporto qualità-prezzo.

Spostarsi via mare permette di spendere meno di trasporti. E, chi lo sa, magari è anche la buona occasione per ammirare da vicino un branco di delfini darti il benvenuto!

Delfini

3. Soggiorna in una guest house

Nonostante le Maldive siano una delle mete più ambite dagli amanti del comfort e del lusso, affianco ai resort esistono altre soluzioni più economiche e anche più autentiche.

Soggiornare in una guest house gestita da persone del luogo è una soluzione che sta prendendo sempre più piede tra coloro che non vogliono rinunciare a una vacanza tropicale, senza spendere una fortuna.

Ma non si tratta solamente una questione di portafoglio: alcuni scelgono deliberatamente di alloggiare in una guest house affinché il contatto con la vita del posto risulti più semplice e immediato. Al fianco di chi ama essere servito e riverito all’interno dei resort senza dover pensare a nulla, c’è infatti chi preferisce sperimentare l’autenticità maldiviana, scambiando sorrisi con i bambini che abitano i villaggi o assaggiando il pesce fresco portato a riva dai pescatori.

Un modo alternativo di vivere le Maldive, ma non per questo di meno valore.

4. Organizza le escursioni tramite la struttura in cui soggiorni

Snorkeling

Alle Maldive le giornate trascorrono lentamente e seguono il ritmo del mare, protagonista indiscusso del paesaggio. E nel mare si svolgono le principali attività, come le escursioni per fare snorkeling, le immersioni o i giri in barca al tramonto.

Le gite giornaliere rappresentano una parte consistente del viaggio e – per questo – se si vuole spendere meno, è necessario conoscere il modo in cui farlo.

Organizzare le escursioni tramite la propria struttura (guest house o simili) è sicuramente la soluzione migliore: acquistare un pacchetto di più escursioni con lo stesso centro permette di risparmiare e, allo stesso tempo, di vivere al meglio le esperienze. Alla larga il fai da te; il rischio è di non conoscere i luoghi migliori per ammirare la fauna marina o, ancora peggio, di trovarsi in situazioni di pericolo. Il mare è imprevedibile ed è sempre bene farsi accompagnare da chi è esperto.

5. Avvaliti del supporto di un’agenzia viaggi

Va bene il risparmio, ma questo non deve riguardare necessariamente tutti gli aspetti.

Organizzare un viaggio alle Maldive autonomamente non è così semplice e a volte porta a spendere di più perché non si sa dove e cosa cercare. Prenotare attraverso un’agenzia viaggi, invece, permette di ottimizzare le spese, compatibilmente con la garanzia di un servizio e di un supporto professionale.

Inoltre non sono da sottovalutare anche gli aspetti legati alla sicurezza del soggiorno: gli agenti di viaggio conoscono le strutture che suggeriscono, quindi – una volta raggiunte le isole – non correrai il rischio di trovarti di fronte a una spiaggia deserta al posto dell’hotel che avevi prenotato. Le Maldive si stanno aprendo lentamente al turismo fai da te e non è ancora semplice prenotare autonomamente spostamenti e strutture. Meglio affidarsi a chi, di lavoro, suggerisce il meglio per i propri clienti.

Infondo la parola d’ordine alle Maldive è relax. Relax di non dover pensare a niente, nemmeno all’organizzazione del viaggio.

Adesso che hai scoperto che un viaggio alle Maldive non rappresenta un sogno che non si realizzerà mai, lasciati ispirare leggendo il racconto di viaggio e preparati alla partenza scoprendo 5 esperienze incredibili da vivere.

Per un preventivo gratuito o per informazioni compila il seguente form.

Ho letto ed accettato la Privacy ed autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D.L. 196/2003