Una volta nella vita: viaggio in Thailandia

Nell’immaginario collettivo la Thailandia rappresenta la destinazione esotica per eccellenza. Quel luogo lontano dall’Italia che con i famosi mercati galleggianti, il fascino frenetico della capitale, i templi simbolo della gloria passata e le spiagge tra le più straordinarie al mondo attira ogni anno milioni di visitatori.

Chi sceglie la Thailandia come meta del suo viaggio non resta certamente deluso: sorrisi ospitali e stile di vita accessibile sono solo alcuni dei motivi che spingono chi parte a non voler più tornare a casa. E perché rientrare se a tutto questo si aggiunge anche un clima mite tutto l’anno e una cucina saporita e genuina? Anche se i tuoi piani prevedono solamente un paio di settimane di viaggio, la nazione centrale della penisola indocinese è sempre una buona soluzione.

Montuosa a nord e costellata di isole al sud, lo Stato più frequentato del sud-est asiatico offre paesaggi diversificati che permettono una vacanza dalle mille sfaccettature. Un motivo in più per includere tra i tuoi programmi la destinazione, la cui storia e cultura fungono da calamite per viaggiatori di tutto il mondo, attratti da una meta che – seppure turistica – sa ancora regalare quella lieta sensazione di distacco dal mondo che si ricerca quando si è via.

Bangkok, la porta di accesso alla Thailandia

bangkok

Se non hai mai visitato Bangkok – la capitale della Thailandia – è semplice e riduttivo dipingere la città come sede del divertimento più sfrenato e metropoli caotica e a tratti anche un po’ decadente. Ritratto sicuramente in parte veritiero, ma che non rende giustizia a una delle città più affascinanti dell’intera Asia.

Bangkok è da sempre centro commerciale e la passione per lo scambio è ancora viva nei suoi abitanti, che cercano in ogni modo di far mettere ai turisti mano al portafoglio per acquistare manufatti artigianali o qualche pietanza tipica, mentre alle loro spalle sfrecciano tuk-tuk impazziti.

Ma è proprio qui che risiede la bellezza della città, nel disordine delle sue strade, nel vociare della gente, nell’odore distintivo sempre presente nell’aria: questa è la vera essenza della Thailandia e Bangkok la sua via di accesso.

Antico e moderno, tradizione e innovazione si mescolano, dando vita a un profilo originale e distintivo: la città dei contrasti. Grattacieli e templi sono due facce della stessa medaglia, fatta di costruzioni all’avanguardia e di bizzarri edifici conservati. Dal Wat Pho, il più grande e antico tempio della città che custodisce l’enorme Buddha sdraiato, agli sky bar panoramici. Dal Grand Palace, dimora della famiglia reale, a Silom, cuore finanziario della città. Dal mercato tradizionale di Chatuchak, ai duemila negozi del centro commerciale MBK.

wat-pho

mbk

Dovunque ci si volti, a Bangkok passato, presente e futuro convivono. Una metropoli dove si respira libertà e dove Asia e Occidente si incontrano, pur mantenendo intatta la sua identità.

Spostandosi verso nord

Per conoscere a pieno la cultura thailandese, è necessario muoversi verso nord da Bangkok.

A breve distanza dalla metropoli sorge Ayutthaya, antica capitale del Regno Thai dove è possibile spostarsi in bicicletta immaginandosi le glorie del passato tra le rovine e i capolavori artistici del sito archeologico, patrimonio Unesco.

ayutthaya

Lì, tra antiche pagode e resti di templi, sorge il famoso albero secolare all’interno delle cui radici è incastonata la testa di una statua di Buddha che si dice essere caduta dal corpo distrutto ed essere stata raccolta in un abbraccio dalla pianta.

buddha

Proseguendo il viaggio verso nord e attraversando il parco storico di Sukhothai, uno dei più suggestivi della Thailandia, si arriva a Chiang Mai, capitale culturale del nord. Escursioni tra i siti religiosi, trekking nella giungla e visita ai tradizionali villaggi delle tribù delle colline sono solo alcune delle attività che si possono praticare nei pressi della città più grande della regione settentrionale.

chiang-mai

Ancora più a nord, al confine con il Myanmar e il Laos e immersa in un paesaggio montuoso, sorge la provincia di Chiang Rai. Tra fiumi e foreste, l’attrazione principale è sicuramente il Wat Rong Khun, il famoso tempio bianco e dettagliatamente decorato dall’estro di un artista locale.

chiang-rai

Immergersi nel nord del Paese permette di entrare a contatto con la Thailandia più autentica, dove sono ancora visibili le tracce del suo passato. Un’esperienza da abbinare alla visita della capitale e al relax nelle splendide isole tropicali.

Le isole del sud

thailandia-mare

Anche per quanto riguarda il mare, la Thailandia offre l’imbarazzo della scelta. Dalle isole incentrate sul divertimento a quelle adatte al relax, c’è spazio per le esigenze di ogni viaggiatore.

Ma attenzione al clima. Quando in Italia è estate, la costa occidentale thailandese è colpita da violenti monsoni. Ad agosto è meglio dimenticarsi le spiagge di Phuket o di Phi Phi Island e delle isole bagnate dal Mare delle Andamane e spostarsi verso est, mentre durante il nostro autunno-inverno vale la regola inversa.

Le isole del Golfo della Thailandia permettono di godere di un mare caldo e trasparente anche durante i nostri mesi estivi.

Le soluzioni si chiamano Kho Tao, Kho Pha-Ngan e Ko Samui: tre isole vicine tra loro, ma con caratteristiche differenti. La prima è la meta preferita per chi pratica immersioni, la seconda è adatta alle famiglie e a chi cerca tranquillità, la terza è la più vivace e quella con la vita notturna migliore.

Perciò, anche ad agosto, è possibile dedicarsi alla tintarella su spiagge assolate e trascorrere qualche giorno di puro relax.

Un motivo in più per convincerti a correre in agenzia per prenotare il tuo viaggio in Thailandia.

Per un preventivo gratuito o per informazioni compila il seguente form.

Ho letto ed accettato la Privacy ed autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D.L. 196/2003