Viva Cuba

0
Prezzo
A partire da€1,030
Prezzo
A partire da€1,030

Ho letto ed accettato la Privacy ed autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D.L. 196/2003

Desidero iscrivermi alla Newsletter per rimanere sempre aggiornato sul mondo dei viaggi

Salva in lista desideri

Adding item to wishlist requires an account

94

Why Book With Us?

  • No-hassle best price guarantee
  • Customer care available 24/7
  • Hand-picked Tours & Activities
  • Free Travel Insureance

Get a Question?

Do not hesitage to give us a call. We are an expert team and we are happy to talk to you.

1.8445.3356.33

Help@goodlayers.com

9 giorni e 8 notti per scoprire Cuba da nord a sud con il tour privato Viva Cuba

Foto
Dettagli

1° Giorno Havana 
Arrivo all’aeroporto di Havana, ricevimento da parte del nostro personale e trasferimento in città. Sistemazione in casa particular e serata a disposizione.

2° Giorno Havana 
Colazione ed itinerario in auto d’epoca (durata circa 4 ore) attraverso la città con la visita del Centro Storico, dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. Visita delle piazze della capitale Plaza de la Catedral, Plaza de Armas, Plaza de San Francisco de Asís, Plaza Vieja. Visita panoramica del Campidolio, del Parco Centrale, del Parco della Fraternità, della Piazza della Rivoluzione e del Museo-Fondazione del Rum Havana Club. Pomeriggio libero. Serata a disposizione.

3° Giorno Havana – Vinales – Havana
ColazionePartenza alle ore 08.00 circa del tour collettivo verso la valle di Pinar del Rio, la provincia più a Nord di Cuba, nota per le sue piantagioni di tabacco e per le aree protette come “riserva della Biosfera”. Arrivati a Vinales si visita la zona che è stata dichiarata paesaggio protetto dall’UNESCO, con sosta alla piantagione di tabacco “la casa del Veguero”. Visita al punto panoramico “il mirador de Los Jasmines“, dal quale si gode di una vista mozzafiato sulla vallata, palmeti, piantagioni e le tipiche formazioni rocciose “I mogotes”, che sorgono come monoliti in tutta la valle. Si entrerà in barca alla Grotta dell’Indio, una formazione carsica con un fiume che scorre al suo interno. Pranzo incluso a base di tipica cucina creola. Visita al Murales della preistoria, un gigantesco affresco dipinto su uno dei Mogotes della valle a cura degli studenti di antropologia dell’università dell’Havana. Rientro in città in prima serata.

4° Giorno Havana – Guama – Cienfuegos – Trinidad
Colazione. Partenza con autista alle ore 8.00 circa per la località di Guama, situata nella Penisola di Zapata in provincia di Matanzas. All’interno della Penisola di Zapata vi sono oltre 900 specie autoctone di piante, 175 specie di uccelli, 31 specie di rettili e più di 1000 specie di invertebrati. Zapata è noto anche per il Coccodrillo locale endemica cubano (Crocodylus rhombifer). All’interno della penisola vi sono numerose aree designate per la conservazione ambientale, e Las Salinas santuario della fauna selvatica. Visita FACOLTATIVA alla ricostruzione di un tipico villaggio che alle origini di Cuba fù abitato dagli Indios Tainos, costruito su palafitte che si raggiungono dopo una breve navigazione nella laguna. Visita FACOLTATIVA all’allevamento di coccodrilli oppure sosta per un bagno alle piscine naturali di Caleta Buena. Passando per la città di Cienfuegos visiterete il lungomare, i viali del centro storico alla francese, il teatro Thomas Terry (entrata a pagamento) ed il parco Marti. Arrivo a Trinidad e sistemazione in casa particular. Serata a disposizione.

5° Giorno Trinidad
Colazione. Escursione a piedi attraverso la città storica di Trinidad, che per il suo stato di conservazione ripropone fedelmente le atmosfere dell’epoca coloniale. Una delle più belle città coloniali di Cuba, è stata dichiarata nel 1988 dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità. Trinidad fu fondata da Diego Velázquez de Cuéllar nel 1514 con il nome di Villa De la Santísima Trinidad. È una delle città meglio conservate di tutti i Caraibi, dall’epoca nella quale lo zucchero era il principale commercio in questi luoghi. Sono proprio i resti di quel periodo coloniale e schiavista, nel quale fiorì Trinidad, a costituire la principale attrazione dei visitatori. Passeggiata a piedi fra le calli lastricate, Visita FACOLTATIVA  al museo della città e alla chiesa della Santissima Trinidad, sosta al bar Canchánchara dove potrete gustare (facoltativo e a pagamento) una tipica bevanda, la cui ricetta proviene dalle usanze dei coloni spagnoli che utilizzavano gli ingrediente tipici del luogo, succo di lime, zucchero di canna e rum. Sosta FACOLTATIVA al laboratorio artigianale di ceramica, che costituisce una delle risorse artistiche e culturali tipiche della zona di Trinidad. Nel pomeriggio tempo libero a disposizione per continuare la visita di Trinidad a piacimento o per relax in spiaggia. Serata a disposizione.

6° Giorno Trinidad – Camaguey
Colazione. Partenza con autista per visita alla Valle de los Ingenios (valle dei mulini ), una sentinella silenziosa di un passato, caratterizzato dal boom degli zuccherifici a Trinidad, dove il Fenomeno della schiavitù legato alla colonizzazione spagnola è presente ovunque nella sua cultura e tradizioni. Le rovine di piantagioni Manacas, zuccherifici e vecchi poderi coloniali sono testimoni di questo passato. La torre, costruita nel 1816,  è caratterizzata da un’architettura eclettica. L’obbiettivo della sua costruzione era quello di vigilare dall’alto il lavoro degli schiavi nelle piantagioni. Tre campane della torre, ognuna con un suono diverso, segnalano l’inizio e la fine del lavoro, i giorni di riposo, la fuga di uno schiavo e quando le campane suonavano insieme segnalavano un attacco da parte dei pirati. Continuazione per Camaguey sistemazione in casa coloniale .

7° Giorno Camaguey – Santiago de Cuba
Colazione. Partenza per Santiago di Cuba. Visita in transito della città di Bayamo, la seconda più antica di Cuba, fondata nel 1513 da Diego Velázquez, una località della provincia di Granma a Cuba. Il nome di Bayamo collega l’origine del nome alla presenza di Bayam, albero della saggezza. L’inno nazionale di Cuba è stato scritto in quella città e fa un riferimento diretto agli abitanti di Bayamo. Il popolo Bayamo è sempre stato caratterizzato dal loro amore per la città. La città conserva ancora carrozze trainate da cavalli come un richiamo alle tradizioni coloniali. Ha anche siti storici che costituiscono una forte attrazione turistica.
Continuazione del percorso verso la città di Santiago di Cuba e visita, in transito, al Santuario del Cobre, il più venerato dal popolo cubano.
Sistemazione  in casa coloniale.

8° Giorno Santiago de Cuba
Colazione. Itinerario attraverso la seconda città di Cuba per importanza, scrigno di storia e musica, “Capitale” dell’oriente e Culla del Son e della Rivoluzione Cubana. Visita alla Caserma Moncada, al Parco Céspedes, al Museo della Piratería, al Castello del Morro. Pomeriggio libero. Pernottamento.

9° Giorno Santiago de Cuba – Biran – Guardalavaca
Colazione. Partenza per Biran (entrata facoltativa a pagamento) un luogo simbolico ed emblematico nella storia contemporanea di Cuba, dove nasce Fidel Castro Ruz, leader della Rivoluzione cubana dal 13 agosto 1926 al 3 giugno 1931 e suo fratello Raul, ora presidente cubano. Lo storico borgo di Biran, si trova in un villaggio sperduto tra le dolci colline e campi di canna da zucchero di 26 ettari. Si compone di 11 strutture coloniali in buone condizioni tipicamente costruite in legno, distribuite in modo pertinente nel contesto ambientale. Il sito conserva un complesso che funziona come un museo, che comprende la casa natale di Fidel, replica quasi esatta di quella che prese fuoco nel 1954, insieme ad un piccolo negozio,l’ufficio postale, il bar La Paloma, l’albergo, il macellaio, la scuola dove frequentarono Fidel e Raul e il ring per il combattimenti di galli. Biran si trova in un contesto agricolo spettacolare confina a nord con il quartiere Guamuta, a sud della provincia di Santiago de Cuba, a est con le montagne di Mayari, e ad ovest, con i comuni di Marcane e Alto Cedro. Il borgo storico di Biran, situato nella attuale provincia di Holguin, a 750 chilometri a est di Avana, è stato dichiarato Monumento Nazionale per i suoi valori storici. Continuazione per Guardalavaca  e fine del servizio con autista. Proseguimento mare a Playa Guardalavaca o rientro ad Havana su richiesta.

Abbina a questo tour il soggiorno mare che preferisci. 

Incluso nel tour
Non ncluso nel tour
  • Voli intercontinentali
  • Mance
  • Pasti e bevande non menzionati
  • Tutto quanto non specificato nella voce: "Incluso nel tour"
Map
Clima

A Cuba il clima è tropicale, con una stagione secca e relativamente fresca, da fine novembre a metà aprile, e una stagione piovosa, calda e umida, da fine aprile a inizio novembre. L’inverno a Cuba è piacevolmente caldo, con temperature diurne intorno ai 26 gradi da dicembre a febbraio all’Avana e intorno ai 28 nelle zone più meridionali. Le piogge sono contenute ma possibili, più probabili comunque sui versanti settentrionali, che sono esposti anche alle irruzioni fredde dagli Stati Uniti. Queste brevi irruzioni fredde, da dicembre a marzo, soprattutto nella parte occidentale (v. ad esempio Varadero), possono portare un po’ di fresco di giorno, e un po’ di freddo notturno (a volte a L’Avana la temperatura minima scende intorno ai 10°C). Ecco le temperature medie a L’Avana. Più raro che il fresco raggiunga la costa meridionale (v. ad esempio le isole come Cayo Largo o l’Isola della Gioventù), e ancor di più il sud, soprattutto la sua costa meridionale (v. Santiago de Cuba, Guantanamo). L’inverno è indicato per visitare le città e per le escursioni; il mare è caldo ma il sole non è sempre garantito e l’aria non è sempre sufficientemente calda per fare vita da spiaggia, almeno per chi è freddoloso.

I mesi più caldi sono luglio e agosto. La temperatura diurna è raro che superi i 33/34 gradi, ma è l’umidità ad appesantire la calura. Il mare è molto caldo, tanto che la temperatura raggiunge i 29 gradi ad agosto e settembre, e i 28 a luglio e ottobre, per cui consente di fare lunghi bagni. Le piogge sono spesso intense ma avvengono per lo più sotto forma di temporali nel tardo pomeriggio. La stagione delle piogge conosce una relativa pausa nel mese di luglio, soprattutto nel sud, quando i temporali diventano meno frequenti (anche se il caldo rimane intenso). Il periodo giugno-novembre è la stagione degli uragani, che possono colpire Cuba soprattutto nella parte orientale. Il periodo in cui essi sono più probabili è agosto-ottobre. A volte gli uragani possono essere distruttivi, portando piogge torrenziali e venti fortissimi, per questo in genere non si consiglia questo periodo per chi vuole essere sicuro di pianificare una vacanza tranquilla, anche se tutto sommato il clima in questo periodo, per quanto caldo e umido e accompagnato da rovesci e temporali, sarebbe accettabile.

 

Stop over

Madrid - Londra - Parigi - Mosca

Prima o dopo la tua vacanza puoi scegliere di fermarti 2 o più notti in una delle seguenti città: Madrid – Londra – Parigi

Richiedi il tuo stop over nel campo “note” della richiesta di preventivo.

viva-cuba-9-giorni-in-tour-privato-per-cuba-jambotour
>