Oman tra passato, presente e futuro

Oman-deserto

L’Oman profuma d’incenso. L’Oman è il giusto compromesso tra modernità e tradizione. L’Oman è una parentesi stabile in una regione incerta.

Una tradizione marinara millenaria, un’antica storia beduina si intrecciano con il volto moderno del Paese più orientale della Penisola arabica, meta che negli ultimi anni si sta aprendo al turismo, grazie anche al benessere sociale garantito dal sultano progressista Qaboos bin Said Al Said. Il Paese un tempo noto per gli scambi commerciali oggi sa guardare con coraggio al futuro, senza dimenticarsi delle proprie origini.

Ed è proprio questa sua caratteristica a rendere irresistibile un viaggio nella terra della preziosa linfa, capace di regalare i sorrisi ospitali della sua gente ed esperienze dal fascino senza tempo a chiunque la scelga come destinazione delle proprie vacanze. E non è tutto. Dalla città al deserto, dalle spiagge ai canyon: l’Oman offre una varietà paesaggistica straordinaria, concentrata in un unico viaggio che risplende del fascino caldo e sensuale tipico del Medioriente.

MUSCAT: L’ANIMA OMANITA

Muscat-moschea

Ciò che è più apprezzato dell’Oman è la sua capacità di conservare la propria identità, restando al passo coi tempi: una cultura protetta gelosamente, arricchita negli anni dal contributo delle popolazioni che hanno attraversato il suo territorio e tramandata di generazione in generazione attraverso la storia, le usanze, la cucina.

È la capacità di evolversi nei secoli, diventando modello e punto di riferimento per gli altri Stati della Penisola araba l’aspetto di cui l’Oman va più orgoglioso ed è nella capitale Muscat che emerge in maniera più intensa la dualità tra passato e presente.

Da qui ha inizio ogni itinerario nel Paese.

Muscat-interno

Moschee e fortezze, musei e palazzi: l’architettura a Muscat racconta del glorioso passato e del brillante presente.

La Grande Moschea, il Palazzo reale, il Forte al Jalali sono attrazioni da non perdere, ma la vera anima si nasconde nei luoghi frequentati dalla gente del posto, come i mercati.

Affacciata sul mare, Muscat conserva tuttora le caratteristiche di una città marinara: al mercato del pesce, ogni mattina è possibile osservare i commercianti scaricare dai pescherecci le casse colme di varietà ittiche. Ma gli affari migliori si fanno all’interno del dedalo di viuzze del souq di Mutrah, dove acquistare pentole di rame e braccialetti d’oro.

Muscat-souq

È tempo di lasciare alle spalle la capitale per inoltrarsi nel resto del Paese, alla scoperta delle sue straordinarie bellezze.

NATURA… E NON SOLO

Chi visita l’Oman provenendo dall’Occidente, con ogni probabilità sarà curioso di immergersi in paesaggi a lui sconosciuti. Il deserto è certamente una delle esperienze più originali da vivere in Medioriente.

In Oman esistono due deserti: il Rub’ al-Khali e le Wahiba Sands. Il primo rappresenta il secondo deserto al mondo per estensione ed è soprannominato “il quarto vuoto“, quarta parte dopo cielo, terra e mare. Un’area impenetrabile, dove sentirsi un unico elemento con la natura. Le Wahiba Sands (o sabbie di Sharqiya), invece, fanno parte di una regione desertica abitata da beduini e cammelli, dove provare l’esperienza di campeggiare sotto le stelle o di percorrere le dune su una jeep 4×4.

Oman-deserto-2

Uno spettacolo della natura altrettanto suggestivo è offerto dalle oasi, come quella lussureggiante di Wadi Bani Khalid, dove l’acqua forma piscine naturali color verde smeraldo.

Non solo deserto, ma anche montagne e canyon: l’Oman cambia completamente scenario nell’arco di pochi chilometri, come in prossimità della catena montuosa dei Monti Hajar all’ombra delle cui pendici fa il suo spettacolare ingresso il Wadi Ghul, il Grand Canyon d’Arabia con le caratteristiche pareti di roccia a picco.

Wadi Ghul

E quando si ha voglia di un tuffo in mare, basta spostarsi sulla costa lambita da spiagge bianche e baie deserte, da esplorare a bordo di un dhow, tipica imbarcazione locale. Per chi è amante dei tesori sottomarini, le acque che bagnano l’Oman offrono fondali mozzafiato, come quelli protetti dalla riserva marina delle isole Daymaniyat. Durante le crociere subacquee, se si è fortunati, è possibile osservare tartarughe, delfini e persino squali leopardo.

tartaruga

Sulle spiagge omanite, inoltre, è possibile osservare il fenomeno della schiusa delle uova di tartaruga, come a Ras Al Jinz: una tappa obbligata per tutti gli amanti della natura. Il centro di ricerca accoglie sulle sue coste da giugno a settembre circa 30.000 mila esemplari di tartaruga verde che depongono le uova.

Ma oltre a una natura unica nel suo genere, l’Oman è il luogo perfetto per chi ama osservare le tracce del passato, come l’antico villaggio di Al Hamra, con le tipiche case realizzate in fango, o il Forte di Bahla, una delle città fortificate più grandi al mondo e oggi patrimonio dell’Unesco.

L’Oman è una meta convincente sotto ogni aspetto: non resta altro che partire.

Per un preventivo gratuito o per informazioni compila il seguente form.

Ho letto ed accettato la Privacy ed autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D.L. 196/2003